Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 4 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 4 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 85 il Sab 9 Giu 2012 - 10:49
Ottobre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Calendario Calendario

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Cuba apre le porte ad Internet

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Cuba apre le porte ad Internet

Messaggio Da arcoiris il Mer 23 Gen 2013 - 9:08



Cuba sembra aver iniziato ad accettare il traffico Internet mediante un cavo sottomarino, in sostituzione dei vecchi e lenti satelliti operanti da anni.

A rilevarlo è stato un monitoraggio del traffico dati effettuato dalla società Renesys la quale ha affermato di aver individuato ieri una nuova connessione tra la spagnola ISP Telefonica e la società statale di telecomunicazioni cubana, con minori latenze rispetto a quanto sarebbe possibile con il vecchio sistema satellitare (anche se le velocità complessive sono ancora piuttosto basse).

Sarebbe il primo passo verso la connettività reale di un Paese con il peggior Internet di tutta l’America Latina, anche se è ancora molto improbabile che la gente comune possa facilmente ottenere l’accesso alla Rete.

Come avviene in Corea del Nord, Cuba limita le persone in un più piccolo e maggiormente controllato (e controllabile) intranet e le rilevazioni di Renesys mostrano come il traffico dati più veloce sia unidirezionale (solo in entrata), mentre i dati in uscita devono ancora sfruttare il vecchio e più lento sistema satellitare.

Il cavo che Cuba starebbe utilizzando va dall’isola al Venezuela ed era stato annunciato già nel 2009 con previsione di operatività a prtire dal 2011 e collega il Paese al più grande network sottomarino.

Per anni, però, il reale funzionamento di questo cavo è stato un mistero: a metà del 2012 il Miami Herald ne aveva annunciato la piena funzionalità con uno sfruttamento, però, legato alle sole comunicazioni strategiche governative; Reuters, invece, aveva riferito subito dopo che non esisteva alcuna prova concreta del reale funzionamento di questa connessione.

Più volte Cuba ha attribuito la sua mancanza di connessione ad internet all’embargo statunitense. Ora, fa notare Renesys, il funzionamento del cavo sottomarino è stato rilevato nello stesso giorno in cui Cuba ha rinunciato alla pratica dei visti in uscita, segno questo, secondo la società, di un progressivo processo di apertura del Paese.

Non sempre, però, il progresso tecnologico porta ad una maggiore libertà politica e sociale a breve termine, ragione per cui questa notizia è stata presa da molti con un cauto entusiasmo, motivato dalla consapevolezza che la strada da percorrere per l’isola caraibica è ancora lunga.

ILOVETECH

_________________
avatar
arcoiris
Admin

Messaggi : 15646
Data d'iscrizione : 25.04.12
Età : 41
Carattere : vieja y desbaratada pero fantasiosa y calientica

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum