Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Chi è in linea
In totale ci sono 6 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 6 Ospiti

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 85 il Sab 9 Giu 2012 - 10:49
Settembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

Calendario Calendario

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Eliécer Avila, il primo dissidente cubano all'estero

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Eliécer Avila, il primo dissidente cubano all'estero

Messaggio Da arcoiris il Ven 8 Feb 2013 - 8:55



Il giovane oppositore Eliécer Avila ha detto che il governo cubano continua a porre ostacoli a molti dissidenti che vogliono andare all'estero dopo la riforma migratoria entrata in vigore il 14 gennaio.

Avila, che ha 28 anni, è partito sabato scorso per Stoccolma, in Svezia. Si tratta del primo dissidente che ha lasciato temporaneamente l'isola approfittando delle nuove regole. Il motivo della sua uscita è stato la partecipazione a un incontro sul futuro politico e sociale di Cuba, organizzato dal gruppo indipendente La Cubanada.

«Il governo mantiene il diritto di far uscire chi ritenga opportuno», ha detto Avila alla BBC. «Credo che adesso esista un contesto più ostile, a livello nazionale e internazionale, a una simile politica. In ogni caso a Cuba la repressione contro i dissidenti è ancora forte. Ci sono arresti arbitrari e la Sicurezza di Stato sorveglia giorno e notte chi ritiene pericoloso. Ma una volta guadagnato un briciolo di libertà sarà difficile togliercelo, anche se la strada è ancora lunga. So per certo che questa apertura porterà al governo cubano conseguenze non gradite, ma nessuno di noi modificherà il proprio pensiero soltanto perché è stato lasciato libero di uscire».

Tutti ricordiamo Eliécer Avila alle prese con Ricardo Alarcón, alcuni anni fa all'Università dell'Avana, quando mise in crisi il vecchio dirigente chiedendo il motivo per cui i cubani non potevano viaggiare. Alarcón, sorpreso dalla inattesa domanda, non trovò di meglio che dire: «Pure io non ho viaggiato molto. Vi immaginate che mondo sarebbe se tutti viaggiassero? Gli aeroporti sarebbero congestionati».

Non fu una bella figura per il governo. In compenso, adesso, almeno in quel settore, tutto sta cambiando. E Alarcón vede il pensionamento politico sempre più vicino.



Gordiano Lupi


TELLUSFOLIO.IT

_________________
avatar
arcoiris
Admin

Messaggi : 15646
Data d'iscrizione : 25.04.12
Età : 41
Carattere : vieja y desbaratada pero fantasiosa y calientica

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Eliécer Avila, il primo dissidente cubano all'estero

Messaggio Da arcoiris il Mar 19 Feb 2013 - 11:00

Eliecer en Europa

Aquí se puede ver el recorrido que daremos para encontrarnos. Un gran abrazo a todos.




FUENTE

_________________
avatar
arcoiris
Admin

Messaggi : 15646
Data d'iscrizione : 25.04.12
Età : 41
Carattere : vieja y desbaratada pero fantasiosa y calientica

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Eliécer Avila, il primo dissidente cubano all'estero

Messaggio Da arcoiris il Mar 19 Feb 2013 - 11:02


_________________
avatar
arcoiris
Admin

Messaggi : 15646
Data d'iscrizione : 25.04.12
Età : 41
Carattere : vieja y desbaratada pero fantasiosa y calientica

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Eliécer Avila, il primo dissidente cubano all'estero

Messaggio Da arcoiris il Mer 20 Feb 2013 - 0:01


_________________
avatar
arcoiris
Admin

Messaggi : 15646
Data d'iscrizione : 25.04.12
Età : 41
Carattere : vieja y desbaratada pero fantasiosa y calientica

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Eliécer Avila, il primo dissidente cubano all'estero

Messaggio Da mosquito il Mer 20 Feb 2013 - 2:32


Tutti ricordiamo Eliécer Avila alle prese con Ricardo Alarcón, alcuni anni fa all'Università dell'Avana, quando mise in crisi il vecchio dirigente chiedendo il motivo per cui i cubani non potevano viaggiare. Alarcón, sorpreso dalla inattesa domanda, non trovò di meglio che dire: «Pure io non ho viaggiato molto. Vi immaginate che mondo sarebbe se tutti viaggiassero? Gli aeroporti sarebbero congestionati»

azzz..piu' che un disidente..un simbolo della.. "liberta' di poter lasciare kuba"..
per cui una buona propaganda tambien per il nuovo corso di..relativei aperture.. Cool

_________________
"..non dovete esssere egoisti e pensare con la pinguita
dovete pensare il bene del populo cubano.."


i dettagli, gli possiamo lasciare a la fantasia di ognuno ..
avatar
mosquito
Admin

Messaggi : 16287
Data d'iscrizione : 25.04.12
Località : Bollo.gna
Carattere : el VIEJO puttaniere

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Eliécer Avila, il primo dissidente cubano all'estero

Messaggio Da arcoiris il Mer 20 Feb 2013 - 11:49

A mi el no me gusta, habla sin pensar ante

_________________
avatar
arcoiris
Admin

Messaggi : 15646
Data d'iscrizione : 25.04.12
Età : 41
Carattere : vieja y desbaratada pero fantasiosa y calientica

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Eliécer Avila, il primo dissidente cubano all'estero

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum