Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Chi è in linea
In totale ci sono 5 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 5 Ospiti

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 85 il Sab 9 Giu 2012 - 10:49
Settembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

Calendario Calendario

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



EE UU desmiente que vaya a sacar a Cuba de la lista de países que apoyan el terrorismo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

EE UU desmiente que vaya a sacar a Cuba de la lista de países que apoyan el terrorismo

Messaggio Da arcoiris il Ven 22 Feb 2013 - 10:01

Así lo había anunciado un diario norteamericano.

Estados Unidos no tiene previsto retirar a Cuba de su lista negra de países que apoyan al terrorismo, que incluye a la Isla desde 1982, afirmó este jueves la portavoz del Departamento de Estado, Victoria Nuland, según AFP.

"Este Departamento no tiene planes para sacar a Cuba de la lista de países patrocinadores del terrorismo", dijo Nuland, en rueda de prensa, al ser consultada sobre informaciones de un diario estadounidense, que afirmó que el Departamento de Estado estudiaba esa posibilidad.

En el informe anual sobre terrorismo emitido en 2012 "no vimos razones para retirarlos", dijo.

"Obviamente, lo vamos a evaluar de nuevo este año. Pero, como dije, no hay planes en este momento" para sacarlos de la lista, subrayó la portavoz.

Por estar en la lista negra, que comparte con Irán, Sudán y Siria, Cuba no puede recibir ayuda económica de Estados Unidos ni gozar de beneficios comerciales ni tratados financieros.

Su permanencia en esa lista es un irritante más entre La Habana y Washington, que carecen de relaciones diplomáticas desde 1961.

En el informe de 2012, el Departamento de Estado dijo que Cuba siguió alojando a miembros de la organización terrorista vasca ETA, aunque La Habana guardó su distancia con ellos, y proveyó asistencia a la guerrilla de las Fuerzas Armadas Revolucionarias de Colombia (FARC), pero no armas o entrenamiento.

Otro portavoz gubernamental, Jay Carney, dijo desconocer reportes de prensa sobre una supuesta revisión de la permanencia de Cuba en la lista de naciones que promueven y facilitan el terrorismo, reportó Notimex.

"No hemos cambiado nuestra posición respecto a la política hacia Cuba, ni tampoco sé que se encuentre bajo revisión", dijo el vocero presidencial.

La Casa Blanca sí renovó su llamado al régimen de La Habana para que libere al contratista Alan Gross, al considerar que es "injusto" su encarcelamiento.

"El gobierno cubano debe liberar a Alan Gross y devolverlo con su familia, que es a donde pertenece", señaló Carney, quien añadió que Barack Obama sigue muy de cerca el caso.

Afirmó además que la Casa Blanca no ha tenido contacto con el senador demócrata Patrick Leahy, quien viajó a Cuba al frente de una delegación para abogar por la liberación del contratista.


TRADUZIONE AUTOMATICA


USA nega di andare a rimuovere Cuba dalla lista dei Paesi che sostengono il terrorismo

Lo ha annunciato un giornale degli Stati Uniti.

Stati Uniti non ha intenzione di rimuovere Cuba dalla lista nera dei paesi che sostengono il terrorismo, che comprende l'isola dal 1982, ha detto Giovedi il portavoce del Dipartimento di Stato, Victoria Nuland, secondo AFP.

"Il Dipartimento non ha intenzione di rimuovere Cuba dalla lista degli sponsor del terrorismo", ha detto Nuland, in una conferenza stampa, quando gli viene chiesto per le notizie di un giornale americano, che ha detto che il Dipartimento di Stato stava studiando la possibilità.

Nel suo rapporto annuale sul terrorismo pubblicato nel 2012, "non vedeva alcuna ragione per rimuoverli", ha detto.

"Ovviamente, rivedremo quest'anno. Ma, come ho detto, non ci sono piani in questo momento" per rimuovere dalla lista, ha detto la portavoce.

Essere sulla lista nera, che condivide con l'Iran, Sudan e Siria, Cuba non può ricevere aiuti finanziari da parte degli Stati Uniti o godere di vantaggi commerciali o accordi finanziari.

La sua permanenza in tale elenco è più irritante tra L'Avana e Washington, che non hanno relazioni diplomatiche dal 1961.

Nella relazione del 2012, il Dipartimento di Stato ha detto che Cuba ha continuato ospitare i membri dell'organizzazione terroristica basca ETA, anche se L'Avana preso le distanze con loro, e ha fornito assistenza ai guerriglieri delle Forze armate rivoluzionarie della Colombia (FARC), ma non armi o di formazione.

Un altro portavoce del governo, Jay Carney, ha detto che i media ignorano una revisione presunta la permanenza di Cuba nella lista delle nazioni che promuovano e facilitino il terrorismo, Notimex segnalato.

"Non abbiamo cambiato la nostra posizione in materia di politica di Cuba, né so che è sotto revisione", ha detto il portavoce presidenziale.

The White stessa Assemblea ha rinnovato l'invito a regime dell'Avana per rilasciare al contraente Alan Gross, considerando che si tratta di detenzione "ingiusta".

"Il governo cubano a liberare Alan Gross e tornare con la sua famiglia, che è dove si appartiene", ha detto Carney, aggiungendo che Barack Obama sta monitorando da vicino il caso.

Egli ha inoltre dichiarato che la Casa Bianca non ha avuto alcun contatto con il senatore democratico Patrick Leahy, che ha viaggiato a Cuba capo di una delegazione per sostenere la liberazione del contraente.


DIARIO DE CUBA

_________________
avatar
arcoiris
Admin

Messaggi : 15646
Data d'iscrizione : 25.04.12
Età : 41
Carattere : vieja y desbaratada pero fantasiosa y calientica

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: EE UU desmiente que vaya a sacar a Cuba de la lista de países que apoyan el terrorismo

Messaggio Da arcoiris il Ven 22 Feb 2013 - 10:41

Cuba: Usa, no esclusione da lista Paesi sponsor terrorismo

(AGI) - Washington, 21 feb. - Gli Usa hanno smentito le notizie secondo cui stanno valutando di cancellare Cuba dalla lista dei Paesi che sponsorizzano il terrorismo. L'Avana e' inserita nell'elenco dal 1982 e questo e' uno degli ostacoli maggiori alla ripresa delle relazioni tra i due Paesi. Il Boston Globe ha rivelato che la tesi e' sostenuta da vari alti funzionari americani e membri del Congresso, che hanno avanzato la proposta al segretario di Stato John Kerry. Ma il portavoce del Dipartimento di Stato Victoria Nuland ha assicurato "con fermezza che si tratta di notizie non corrette. Questo Dipartimento - ha spiegato - non ha in programma di escludere Cuba dalla lista".

agi.it

_________________
avatar
arcoiris
Admin

Messaggi : 15646
Data d'iscrizione : 25.04.12
Età : 41
Carattere : vieja y desbaratada pero fantasiosa y calientica

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum