Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Chi è in linea
In totale ci sono 4 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 4 Ospiti

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 85 il Sab 9 Giu 2012 - 10:49
Settembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

Calendario Calendario

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Quali Paesi visiteranno gli americani nel 2015?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Quali Paesi visiteranno gli americani nel 2015?

Messaggio Da albertico il Sab 10 Gen 2015 - 21:35

Interessante articolo del NYT,di cui riporto il link e la parte in cui si parla di Cuba

http://www.nytimes.com/2015/01/11/travel/where-will-americans-travel-in-2015-.html?action=click&pgtype=Homepage&module=c-column-middle-span-region®ion=c-column-middle-span-region&WT.nav=c-column-middle-span-region&_r=0

Ma per quanto riguarda le destinazioni turistiche emergenti Secondo i membri degli Stati Uniti Tour Operators Association, un gruppo industriale, Myanmar sarà la prima destinazione emergente nel 2015. Cuba ha ottenuto il secondo posto in un sondaggio per l'associazione diretta da PricewaterhouseCoopers, anche se si sospetta che presto agguanterà il primo posto ora che le restrizioni di viaggio si allentano a causa del ripristino delle relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti. Infatti, tra il 16 dicembre e il 18, nei giorni circostanti l'annuncio del Presidente Obama di riaprire le relazioni con Cuba, le query di viaggio legate all'isola saltato 809 per cento, secondo Google. La maggior parte delle ricerche provenienti da utenti in Florida, New York e California. Il tacco di Cuba erano Croazia, Islanda, India, Perù, Sri Lanka, Vietnam, Cambogia e Panama, secondo il sondaggio.

_________________
Nadie sabes las vueltas que nos tiene preparadas el destino

Si los Estados Unidos pretenden con estos cambios que Cuba regrese al capitalismo y regrese a ser un Pais servil a los intereses egemonicos de los grupos economicamente mas poderoso de los Estados Unidos, deben estar sonando (Mariela Castro Espin  20 de Diciembre 2014)


Malgrado certi titoli enfatici e scorretti in Italia (ma che fine hanno fatto le scuole e i manuali del buon giornalismo?) l’embargo Usa non è caduto contro Cuba. Tocca al Congresso –a maggioranza repubblicana sia alla Camera che al Senato- eliminarlo, e l’azione del Presidente per ora apre solo la strada.

TITI,
NO TE ESTOY PRESIONANDO SOLO QUE DEBES ESTAR MUY SEGURO DE TOMAR UNA DESICION.
avatar
albertico

Messaggi : 3153
Data d'iscrizione : 04.11.12
Località : Vicenza
Carattere : Allergico alle richieste di ayudas y di ricariche singole doppie o triple

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum